×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 129

Lunedì, 01 Febbraio 2016 17:15

Regolamenti

Lunedì, 01 Febbraio 2016 16:16

Tribunale Federale

Lunedì, 01 Febbraio 2016 15:31

Chi siamo

La Federazione Italiana Turismo Equestre e Trec Ante si costituisce a Roma il 8 marzo del 1968   con la denominazione ANTE (Associazione Nazionale Turismo Equestre): tra i suoi scopi principali, l’organizzazione e la diffusione della pratica equestre in campagna e la valorizzazione del cavallo - in particolare quello allevato in biodiversità - come risorsa del patrimonio italiano e di promozione turistica.
 Nel 1974 insieme con altri organismi europei, aventi scopi analoghi, fonda la FITE – Federazione Internazionale di Turismo Equestre – che ha la propria sede a Parigi.
La FITETREC-ANTE  è tuttora affiliata alla Federazione Internazionale Turismo Equestre, dalla quale è riconosciuta quale unica rappresentante in Italia.
Nel 1990   è stata riconosciuta dal CONI quale disciplina associata alla F.I.S.E. (Federazione Italiana Sport Equestri).Il 6 ottobre 1996 ha assunto la denominazione Federazione Italiana Turismo Equestre ed  Equitazione di Campagna -ANTE (FITEEC-ANTE).
A seguito della decisione della giunta CONI n. 476 del 4 giugno 2001, ha assunto la denominazione di Federazione Italiana di Turismo Equestre e Tecniche di Ricognizione Equestre Competitiva – ANTE (FITETREC-ANTE), in quanto riunisce le Associazioni e gli altri Enti che hanno come fine il Turismo Equestre ed il TREC, nonché gli altri scopi ludico-addestrativi, culturali e di volontariato.
Nel 2005 la Fitetrec-Ante firma con l’Unione Nazionale Incremento Razze Equine un protocollo d’intesa, dando il via a una fattiva e costante collaborazione.
Nel 2007 ottiene il riconoscimento diretto come Federazione da parte del CONI - del quale fa parte come Disciplina Sportiva Associata – e oggi rappresenta in seno al Comitato Olimpico l’unico ed esclusivo referente per l’Italia delle discipline agonistiche del Trec, della monta da lavoro, della  monta western, del cross e del turismo equestre a livello nazionale e internazionale.
 L’equiturismo costituisce la mission primaria e il fiore all’occhiello della Fitetrec-Ante, che ha disegnato e praticato con ricorrenza una fitta rete di ippovie sul territorio nazionale collaborando con tutte le istituzioni locali, gli enti parco, il World Wildlife Fund, il Corpo Forestale dello Stato, i Gruppi di azione locale, le comunità montane, i GAL. Molti progetti vedono attualmente la Federazione attiva nell’ambito del turismo rurale e sostenibile.
La Fitetrec-Ante crede fermamente in uno sport di alto profilo etico.Per questo motivo si adopera anche, in stretta collaborazione con l’ASSI, affinché la fine della carriera agonistica non rappresenti per i cavalli anche il termine della vita. Questa filosofia è fondamentale per una crescita culturale e morale di tutta l’equitazione e le discipline federali, così vicine alla natura, possono rappresentare uno sbocco ideale per il recupero di soggetti a fine carriera. Inoltre, per contribuire a conservare il patrimonio equino autoctono la Federazione ha promosso il progetto “Sviluppo del turismo equestre con le biodiversità equine del nostro territorio” con l’obiettivo di individuare, recuperare e conservare antiche razze e varietà a rischio di estinzione favorendo, quando possibile, la loro reintroduzione.
La Fitetrec-Ante si ripartisce in comitati regionali.

Lunedì, 01 Febbraio 2016 11:42

Pony

L'attività  Pony è diventata fondamentale per l'equitazione giovanile ed è sicuramente il settore che più vanta una crescita esponenziale negli ultimi anni . La FITETREC ANTE, in considerazione del grande sviluppo che l’attività ludica e promozionale  sta appunto riscontrando, ha deciso di istituire un Dipartimento Pony e per omogeneizzare la formazione dei quadri tecnici specialistici del settore con quella di più ampio raggio, proposta dal Dipartimento Formazione, che sta coinvolgendo molte discipline equestri, ha ritenuto opportuno creare delle figure professionali che possano operare con professionalità e competenza nel settore.

Oltre alle discipline degli sport equestri di competenza della FITETREC ANTE  che vedono già  alcune prove specifiche riservate ai pony verranno  inseriti nell'attività  federale,  una serie di prove di destrezza ed abilità  con il pony  diventati un insostituibile occasione per avvicinare, giocando, i bambini e i giovanissimi all'equitazione.

Il Battesimo del Pony è uno strumento utile e divertente per creare i presupposti per l’avvicinamento dei bambini al mondo del cavallo. Per questo motivo, la FITETREC ANTE attraverso i Comitati Regionali organizzerà, nell’ambito di altre manifestazioni equestri, siano esse promozionali (tipo fiere) o agonistiche, o più specificatamente rivolte alla probabile utenza pony (es. Pony Day), il “Battesimo del Pony” .
In tale occasione, verranno rilasciate le Patenti Promozionali PONY FITETREC ANTE, che fungono, in questo caso, principalmente da copertura assicurativa.
I Comitati Regionali potranno utilizzarla per i giovani di età compresa fra 4 e 12 anni, durante le manifestazioni promozionali “Battesimo del Pony” autorizzate dalla FITETREC ANTE, ed è finalizzata a fornire l’idonea copertura assicurativa in tale occasione. Permetterà inoltre agli interessati di poter usufruire di una lezione gratuita presso un Pony Club affiliato FITETREC ANTE, entro 60 giorni dalla sua emissione.

Referente Nazionale Pony
Alessandro Silvestri
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
tel. 3466856416
Mercoledì, 27 Gennaio 2016 12:41

Cross Country Derby

Il Country Derby è una disciplina che si svolge su terreno in piano e su terreno vario ed impegna il cavaliere con il cavallo negli aiuti alle tre andature.
Nasce con delle finalità specifiche.
poter essere svolta all’interno delle strutture dei centri ippici, senza avere la necessità di grandi spazi, mantenendo dei costi contenuti e diventando quindi annoverabile come scelta sportiva da parte di atleti di tutte le età. essere una specialità molto tecnica che possa racchiudere le difficoltà riscontrabili nelle altre specialità della federazione (cross, trec) di modo da poter formare un bacino d’utenza anche per le altre specialità che si vedrebbero arrivare atleti tecnicamente molto preparati.
poter trasformare il centro in un punto di riferimento per i tesserati del territorio. Il punto in cui poter migliorare tecnicamente anche per quei tesserati che pur non essendo presenti costantemente nel centro, hanno intenzione di partecipare alle gare. Il punto in cui si da voce agli aggiornamenti emessi della federazione.
dare una finalità impegnativa al lavoro dei tecnici, che saranno a loro volta spinti a crescere nella loro preparazione ed a misurarsi costantemente nella capacità di trasmettere le cognizioni agli atleti.


Commissione Nazionale Cross Country e Country Derby:

Andrea Furnari

Domenico Manzione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ludovico Orlandi

Enrico Raggi cell: +39 366 6329558 mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 
Mercoledì, 27 Gennaio 2016 12:41

Cross Country Derby - Calendario Gare

Mercoledì, 27 Gennaio 2016 12:41

Cross Country Derby - Regolamenti

Mercoledì, 27 Gennaio 2016 12:37

Cross Country - Regolamenti

Mercoledì, 27 Gennaio 2016 12:37

Cross Country - Calendario Gare

 

Referente di Disciplina Olga Katarzyna Fijalkowska Tel. 348 672 0686

Mercoledì, 27 Gennaio 2016 12:37

Cross Country

Pagina 4 di 11